24 Ottobre 2020
Focus Economia&Patrimoni ADVISOR

Speciale Enasarco. Dal rinvio delle elezioni di Aprile 2020 all’assemblea del 30 Giugno

Quello delle mancate elezioni di Enasarco – formalmente per via dell’emergenza Covid19 – è diventato ormai un “caso” tra gli oltre 220.000 agenti e rappresentanti (tra i quali circa 33.000 consulenti finanziari). Attraverso la lettura degli articoli pubblicati da Marzo ad oggi, riassumiamo la vicenda a beneficio dei moltissimi lettori interessati.

 

Enasarco, ok a bilancio ma cresce l’area degli scontenti. Stangata Corte dei Conti sulle elezioni

Nulla di fatto, in occasione dell’assemblea dei delegati Enasarco, relativamente alle elezioni. Nonostante l’argomento, contro ogni logica, non fosse neanche all’ordine del giorno, nessuna data nè periodo dell’anno sono stati indicati dal presidente e dalla maggioranza. Bilancio approvato, ma la sfera di chi non apprezza la gestione sembra essersi allargata. LEGGI

Caso Enasarco, i delegati della maggioranza replicano duramente alla nota dell’opposizione

In Enasarco si accende lo scontro tra opposizione e maggioranza, riunite in settimana in occasione dell’Assemblea dei delegati. Tra note incrociate ed accuse reciproche, entrambe le fazioni scrivono ai ministeri vigilanti, soltanto dai quali, ormai, pare poter scaturire una soluzione condivisa al rinvio sine die delle elezioni. LEGGI

Enasarco, maggioranza spinge il voto su atti illegittimi. Domina la paura di un aumento degli elettori

Qual è la paura più grande dei 10 consiglieri di maggioranza di Enasarco e dei loro delegati? Le loro reazioni alle numerose istanze di ripristino del “giovane” meccanismo democratico elettorale della Cassa lo dicono apertamente: bocche cucite, e reazioni scomposte sui social. Intanto, 16 delegati sollecitano i ministeri ad intervenire. LEGGI

Patrimonio Enasarco, la maggioranza non molla la presa. Chi è in buona fede non teme le elezioni

Per chi governa, le elezioni non dovrebbero fare paura, bensì incoraggiare la partecipazione, ed essere un traguardo prima del quale poter confermare la bontà del proprio operato e mettere a tacere critiche e rilievi. Pertanto, cosa ha da temere l’attuale maggioranza del Consiglio di Amministrazione di Enasarco? LEGGI

Enasarco si pronuncia sull’anticipo del FIRR, ma delibera una sola tranche su tre. Un inutile contentino

L’unica certezza è il primo intervento, pari ad un massimo di 170 milioni, che non riuscirà a lenire i danni vissuti dagli iscritti a causa della pandemia di Coronavirus. Sui rimanenti 340 milioni si dovranno attendere altre delibere, che allungheranno i tempi ed il disagio dei beneficiari. Pertanto, conviene che nessuno canti vittoria o si attribuisca meriti speciali che, in considerazione del tempo già trascorso finora, si fa fatica a vedere.  LEGGI

Marucci su Enasarco, non rinviare le elezioni è solo una sterile posizione di potere

“Una sterile quanto contraddittoria posizione espressa da alcune sigle minoritarie che non comprendono realmente la situazione reale degli agenti  iscritti alla Fondazione. In tali irresponsabili comportamenti si intravedono azioni da dementia praecox“. Così Manlio Marucci, segretario di Federpromm e delegato dell’Assemblea, sulla richiesta di non rinviare le elezioni della Enasarco del prossimo 17 Aprile. LEGGI

Emergenza Covid-19, bonus 600 euro anche per i consulenti finanziari. Enasarco si smarca

Federpromm:  il chiarimento della sottosegretaria Guerra è avvenuto a seguito della nostra lettera, inviata al Governo, per chiedere certezze sulla estensione del provvedimento di sostegno anche agli operatori del mercato finanziario, creditizio ed assicurativo. LEGGI

 

 

Related Posts

Lascia un commento