Ottobre 3, 2022

Enasarco, Alfonsino Mei nuovo presidente

Dopo una diatriba legale durata oltre un anno, Enasarco evita il commissariamento ed elegge un nuovo presidente. La Cassa di agenti di commercio e consulenti finanziari alla prova di un “arretrato gestionale” cui far fronte non senza difficoltà. 

Il Cda di Enasarco ha eletto il nuovo presidente dell’Ente: Alfonsino Mei candidato dalla coalizione guidata da Confesercenti con Anasf, Assopam, Confartigianato, Federagenti e Fiarc. “Questo incarico è per me un onore e un impegno al quale mi dedicherò con grande passione. Vorrei che questa consiliatura diventasse il risultato della più ampia condivisione di idee, suggerimenti e proposte dei vari consiglieri: le nostre diversità e le nostre opinioni, anche se divergenti, saranno solo un punto di forza che ci permetterà di mettere insieme i diversi punti di vista ed affrontare i problemi da diverse angolature“, ha detto il neo presidente Mei. “Il principale dovere cui tutti siamo chiamati, io per primo come presidente, è di dare una risposta concreta ai nostri iscritti, fino a oggi dimenticati, combattendo con ogni mezzo anche le conseguenze nefaste di questa pandemia“, ha aggiunto.

E così, dopo una diatriba legale durata oltre un anno, Enasarco evita il temuto commissariamento ed elegge il nuovo presidente. Del resto, si respirava aria pesante dallo scorso 14 ottobre, allorquando il tribunale civile di Roma aveva accolto il ricorso d’urgenza presentato dalla lista “Fare Presto” (espressione di Anasf e altre associazioni), sospendendo l’efficacia dell’ultima decisione della commissione elettorale, nominata dal vecchio consiglio d’amministrazione di Enasarco, che aveva nominato due consiglieri dello schieramento a sostegno del presidente Marzolla ed un solo consigliere della medesima lista Fare Presto.

In quella occasione, il tribunale di Roma ordinava “…l’immediata sospensione della esecuzione della decisione assunta dalla commissione elettorale del 4 agosto 2021 ovvero della deliberazione assunta il 23 dicembre 2020 nella parte in cui la stessa è stata assunta dalla commissione elettorale”, consegnando di fatto il destino della Cassa di previdenza di agenti di commercio e consulenti finanziari alla lista Fare Presto e, in particolare, ad Alfonsino Mei (in quota Anasf), che oggi assume la presidenza della fondazione al posto di Antonello Marzolla. Al di là dei toni aspri con cui lo la lista “Fare Presto” aveva stigmatizzato la decisione della Commissione elettorale della Cassa, c’è da dire che lo stesso Ministero del Lavoro aveva richiesto ad Enasarco di individuare una soluzione proporzionata al peso elettorale emerso dal voto, ed era evidente che Fare Presto, con il 51% dei voti ottenuti nel corso dell’ultima elezione, aspirava ad una diversa composizione del CdA e, di conseguenza, alla presidenza.

Dopo questo nuovo – e ultimo, si spera – colpo di scena, la Cassa di agenti di commercio e consulenti finanziari si troverà presto messa alla prova alla prova di un “arretrato gestionale” cui far fronte non senza difficoltà. Infatti, sono tanti gli iscritti ad Enasarco delusi da questo lungo periodo di polemiche interne, e molti vengono da un periodo di difficoltà economiche che ha esasperato sia gli animi che il giudizio sulla governance della Cassa. Pertanto, la nuova presidenza e la maggioranza dovranno dare soluzione ai problemi di migliaia di agenti che hanno interrotto l’attività negli ultimi anni, con la pandemia che ha amplificato un fenomeno già esistente. In più, c’è il problema dei c.d. agenti silenti che incombe come un macigno sulla gestione futura, sebbene non si intravede altra soluzione al problema se non l’intervento diretto dello Stato.

Lo stallo, in definitiva, ha creato una situazione piuttosto grave, sia per gli agenti di commercio che (in misura minore) per i consulenti finanziari; pertanto la Cassa dovrebbe deliberare immediatamente su un programma di investimenti che fermi l’emorragia di agenti e assicuri la sostenibilità finanziaria della Cassa insieme al suo passaggio generazionale.

Related Posts

Lascia un commento